logo

Studenti all'estero

Progetto interculturale per l'internazionalizzazione

Da molti anni studenti del nostro liceo fanno esperienze di studio all’estero e, contemporaneamente, frequentano il nostro liceo studenti stranieri.

Considerando il valore culturale e formativo, la scuola favorisce queste esperienze monitorando i nostri studenti all’estero e curando l’accoglienza degli studenti stranieri con progetti specifici.

 Si promuovo soggiorni di studio e di frequenza di periodi scolastici all'estero sia accogliendo le  offerte delle  varie organizzazioni accreditate e anche per mezzo di protocolli e intese con Istituti scolastici.  Inoltre è possibile  frequentare un periodo di studio estivo   nell'istituto superiore di La Serena in Cile, e al " Salesian College Rupertswood" di Melbourne in Australia.

A questi vanno aggiunti tutti i periodi più brevi organizzati dalla scuola con le "settimane linguistiche" tra fine agosto e inizio settembre nel Regno Unito e in Germania.

Monitoraggio degli studenti italiani all’estero

Finalità principale è quella di seguire gli studenti della scuola che decidono di frequentare un periodo lungo (6 mesi – 1 anno) e di facilitare il loro reinserimento nella classe di appartenenza, curando i rapporti tra studente-insegnanti e studente–classe.

  • tiene contatti con lo studente all’estero,
  • responsabilizza lo studente circa i suoi doveri in funzione al reinserimento nella scuola italiana;
  • assicura una corretta valutazione dell’esperienza all’estero ai fini del reinserimento e della attribuzione dei crediti;
  • favorisce la diffusione dell’esperienza culturale ai fini di una crescita partecipata da tutto la scuola.

Accoglienza per gli studenti stranieri

Finalità principale è accogliere nella nostra scuola studenti stranieri che decidono di frequentare per un certo periodo dell’anno una scuola in Italia. Il liceo cerca di attuare modalità e strategie che facilitino il loro inserimento e apprendimento, mentre promuove il contatto di nostri studenti con culture diverse e modelli differenti.

In particolare la scuola:

  • nomina un tutor all’interno del Consiglio di classe;
  • progetta attività curricolari ed extracurricolari per favorire l’inserimento nella classe e nella scuola;
  • predispone un orario flessibile che consenta allo studente di seguire discipline a cui è maggiormente interessato;
  • predispone un piano individualizzato per conseguire l’acquisizione di saperi minimi con obiettivi disciplinari e criteri di valutazione.

Linee guida per gli studenti all'estero

Gli studenti frequentanti all'estero sono seguiti dalla scuola sia per quanto riguarda gli apprendimenti, sia per mantenere i contatti, sia per il rientro, che va gestito sul piano socio-affettivo così come su quello burocratico.

Lo studente che rientra dall'estero si deve riallineare con gli apprendimenti e deve essere messo in condizione di mettere a frutto al massimo grado la sua esperienza. Vi sono inoltre alcuni passaggi amministrativi da curare, per esempio l'assegnazione dei crediti scolastici dell'anno non trascorso e quindi non vlautato in Italia. Per questo si è elaborato un percorso: lo si può consultare nell' allegato in calce a questa pagina.

Carta europea di qualità per la mobilità

L'azione educativa relativa alla mobilità degli studenti che frequentano scuole estere si armonizza con la Carta europea di qualità per la mobilità, una raccomandazione emanata dal consiglio d'Europa nel dicembre 2006 relativa alla promozione della mobilità nel campo dell'istruzione. .L'intero testo è disponibile a questo link

Comportamento da tenere nei confronti degli studenti che frequentano un anno di studio all’estero

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

Lo scambio è un’esperienza accessibile a tutti come previsto dalle:
CM n° 358 del 23.7.1996,
CM n° 455 del 18.11.1998
CM n° 119 del 17.3.2000
Linee indirizzo mobilità studentesca all’estero Prot. 843 del 10.4.2013

Classi prime liceo

Lo studente Il Consiglio di Classe
  • Comunica l’intenzione di frequentare un anno ( o parte dell’anno) all’estero;
  • avvia la modulistica ( pagelle, profili...)
  • verbalizza la disponibilità dell’insegnante di lingue a seguire la modulistica per gli eventuali studenti che intenderanno trascorrere un anno, o un semestre, all’estero.
  • concorda i contenuti disciplinari essenziali per il 4° anno, fornisce indicazione delle competenze da acquisire durante il soggiorno all’estero, informa l’alunno e la famiglia.

 

Classi seconde liceo 

Lo studente Il Consiglio di Classe
  • cura un “Diario di bordo” del percorso di studiocon una presentazione delle attività realizzate nelle singole discipline;
  • tiene i contatti con il tutor e i docenti.
  • nomina un tutor per i ragazzi che sono all’estero.

Compiti del tutor:

  • spedisce via e-mail la programmazione di inizio anno di tutte le discipline;.
  • tiene i contatti con lo studente via e-mail;
  • tiene i contatti con la famiglia;

A rientro (giugno–luglio)i ragazzi consegnano in segreteria i materiali relativi all’anno trascorso all’estero.

Documenti richiesti:

  • Pagella autenticata dal Consolatoregistrante la promozione alla classe successiva;
  • Programmi svolti delle singole discipline;
  • Eventuali certificazioni linguistiche
  • “Diario di bordo”.

Classi terze liceo 

Lo studente Il Consiglio di Classe
  • è impegnato in attività di recupero ( sportelli, corsi, studio individuale guidato..)
  • affronta le verifiche sulle discipline non presenti all’estero al fine dell’attribuzione del credito scolastico.
  • prende visione dei lavori svolti all’estero dallo studente e del suo percorso di studio;
  • raccoglie la certificazione di competenze e di titoli acquisiti dallo studente all’estero,
  • esamina la situazione di eventuali carenze non ancora colmate della classe prima.
  • organizza un momento in cui lo studente possa relazionare la sua esperienza per il consiglio e per la classe.

Momenti di recupero e sostegno

La Commissione1 preposta al vaglio della documentazione dei corsi di studi all’estero degli studenti del Liceo analizza il fascicolo dei programmi e delle pagelle degli studenti e individua le materie che non sono state svolte all’estero (mese di luglio).

La Commissione prende in esame il fascicolo dei documenti consegnati dalla scuola estera e individua le materie che saranno oggetto di verifica in settembre.

Per la materie di LATINO e di GRECO (se le discipline non sono state affrontate all’estero), si consigliano lo studio estivo a cura della famiglia e la frequenza dei corsi di recupero organizzati nelle prime settimane di settembre per le classi II.

Le verifiche si svolgeranno entro il mese di settembre per poter attribuire il credito scolastico relativo alla classe II liceo nello scrutinio del I quadrimestre (gennaio).

1 Docente con incarico alle relazioni con gli studenti che studiano all’estero, Dirigente Scolastico o suo delegato, coordinatore del Consiglio di Classe e tutor.

In allegato la scheda di valutazione dell'anno all'estero.

Allegati